Album

Vota questo articolo
(0 Voti)

Di che colore sono le tue lacrime?
Quanto velenoso il silenzio del tuo essere?
Non per usare un bilancino da farmacia
ma lacrime e silenzi mi schiantano,
mi annullano, mi annebbiano, soffoco!
Vorrei inciampare ancora per il trillo del telefono,
fare le scale fischiettando,
pochi pensieri a occupare il tempo del cerchio del sole.
Entro nei giorni come in gelatina
che solo di notte si dissolve appena,
con i piedi così distanti dalla testa
e le cose così estranee all'interesse.
Vorrei soffrire per i cinesi
ma settemila non ne valgono una,
dichiarare ancora guerra all'ingiustizia,
ma le aquile non si posano sulle tombe,
non spiccano voli dai cimiteri.
Rotolo il mio cervello nei vicoli della notte,
come una lattina colma di biglie di vetro,
stordisce il frastuono sul selciato ineguale.
Cammino sui binari di un solo pensiero
la sua lacerante insostenibile assenza;
è un iceberg fra cubetti di ghiaccio,
un oceano fra pozzanghere d'acqua piovana,
un cielo fra soffitti neri di muffa
Non è un ricordo che alimento e coltivo,
sotto quella stupida tragica lastra di marmo,
ma il metro, la misura delle cose,
l'esatta valenza degli accadimenti,
la cartina al tornasole delle mie capacità,
le favole sognate dall'eterno bambino,
la soddisfazione della completezza dell'uomo,
il canto delle parole, l'armonia del silenzio.
Tu almeno viaggi tra le tue poesie,
insegui ad alta voce tempi migliori,
spingi frammenti di speranza fino a dopodomani,
tra i calcinacci e le rovine dei tuoi errori,
s'erge ancora il totem delle tue fedi,
difendilo a costo di scorticarti l'anima,
verità e menzogna sono solo realtà,
mordi la vita, succhiane gli umori,
spalancale le cosce,
violentala all'orgasmo,
restituisci il tuo involucro vuoto di tutto,
l'unica immortalità è quella della morte.
Non gettare i tuoi occhi nei miei a pescare speranze,
vivo per riempire di vino, di sonno, di fumo,
il posto che ho al posto del cuore,
e l'unico desiderio
è morire la morte di Rimbaud
sputando in faccia agli dei.
Ma qualche volta senza che me ne accorga,
cerca tra le spirali del mio finire,
come in un album di foto sbiadite,
un tempo in cui sorrido con gli occhi,
sovrapponilo al mio presente
e fanne un ricordo.

Letto 1614 volte
Altro in questa categoria: « Marionetta Arieti »
Devi effettuare il login per inviare commenti

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Quando si accede a questo sito, il nostro server potrebbe allegare un piccolo file di testo sul disco rigido: un cookie. I cookie sono piccoli file che vengono inviati e memorizzati sul computer dai siti web visitati. I cookie vengono memorizzati nella directory dei file del browser. La prossima volta che si visita il sito, il browser leggerà il cookie e trasmetterà le informazioni al sito web o all'elemento che ha originariamente impostato il cookie. I nostri domini possono anche includere elementi che impostano i cookie per conto di terzi.

Per ulteriori informazioni su queste tecnologie e sul loro funzionamento, vedere ad esempio il sito allaboutcookies.org.

Sapendo come e quando i nostri utenti utilizzano questo sito, queste informazioni ci consentono di migliorare il sito. I seguenti cookie vengono attualmente utilizzati sul Sito. Si noti che i cookie possono essere modificati da noi in qualsiasi momento.

Descrizione dei cookie
Cookie Google Analytics: determina la sessione del visitatore
Cookie Google Analytics: identifica visitatori univoci
Cookie Google Analytics: rileva le fonti del traffico e la navigazione
addthis.com : creato e letto da addthis.com su lato client, al fine di assicurarsi che l'utente veda il conteggio aggiornato se condivide una pagina e torni ad essa prima di aggiornare la cache del conteggio delle condivisioni
Se non si desidera ricevere cookie, o se si desidera ricevere una notifica relativa al momento in cui sono stati memorizzati, è possibile impostare il browser per questa operazione, se il browser lo consente. È possibile analizzare le opzioni disponibili per gestire i cookie nel browser. I vari browser utilizzano modi diversi per disabilitare i cookie, ma di solito si trovano nel menu Strumenti o Opzioni. È inoltre possibile consultare il menu della guida del browser. Oltre alla gestione dei cookie, i browser di solito consentono di controllare i file simili ai cookie, ad esempio LSO (Local Shared Objects), attivando la modalità privacy del browser.

Se si visita il nostro siti web e le impostazioni del browser accettano i cookie, lo riteniamo un'accettazione dell'uso di cookie da parte nostra.