Est

Est (21)

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Stille di noia

Scritto da

Stille di noia
Tracce di sperma asfittico
E di svogliato inchiostro
La mia età precipita
Mentre ti scavo gli occhi
Ricordo appena
C’era un uomo intorno alle mie idee
Ora fatico a coniugare i ritmi
Non ho risposte non ho domande
Non amo neppure ciò che amo
Incontrarti m’è peso
Sembri una speranza
Come tutto il resto
M’era sembrato vita.

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Sentiero scomodo

Scritto da

Prospettiva senza orizzonte
Foglie secche gemono
Rughe agli occhi, alla fronte
Lo zefiro s’è fatto vento
Il vento mi scompone
Eclissi di cuore
Di sapori di vita
I sogni non muoiono
Illanguidiscono
Di debolezza infantile
Si ammalano
Ma non muoiono ancora
Il passo stanca
Sul sentiero
Volgare
Il gesto è lento
Trascorso accennato
Eclissi di cuore
Di sentori d’amaro
Di frutti non colti
Lasciati marcire
E ora?
È ora!

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Sonagli

Scritto da

C'è troppo cielo oggi
per regalarti un odore di cipolla,
c'è troppo mare oggi
per prepararti una prima colazione,
c'è troppa terra oggi
per scriverti una poesia d'amore.
Questa penna è il collo d'un imbuto,
troppo stretto,
lascia tracce di sarcastico cinismo;
e tu dormi nel mio letto,
mentre mi colano i pensieri dalle orecchie
e macchiano queste lenzuola d'un azzurro ironico.
C'è un sole imbecille
che s'ostina a illuminarmi gli anni
senza schiarirmi mai le idee;
che cosa c'è di nuovo
nel terzo giorno di questa primavera,
la millenovecentonovantaseiesima
dell'era cristiana?
Sono indeciso se chiederti aiuto
mentre annaspo tra toghe e parrucche,
cravatte di seta e mutande di pizzo,
cristalli, cornici e ragù,
computer e corsi d'inglese,
pane raffermo e borse in discesa.

E non posseggo neppure un berretto a sonagli!

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Ritorno

Scritto da

Sono tornato al mare
dove tramonti rumorosi
rimboccano il mio silenzio,
spengono le mie parole stanche,
abbracciano il mio ritorno.
Qui l'odio stempera in rancore,
il rancore in lontananza.
Vivo l'esilio dal mio tempo,
non ho alibi sufficienti
per giustificare
quest'equivoco planetario.
La ragione delle macchine
diminuisce e annulla
la mia distanza dagli oracoli.
Non conosco il numero degli uomini
ma ne esploro umile le tracce
senza dilapidarne la memoria.
Hanno chiuso il passato nei musei

dietro miserevoli cancelli,
mentre serene orbite stellari
disegnano tempi luminosi
su meridiane indistruttibili.

Se qualche poeta ascoltasse la mia voce!
Se la mia voce arrivasse ad un poeta!
Ora che sono tornato al mare.

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Quel che resta

Scritto da

Ora è tutto in quel che resta
E la sabbia sottile e il melograno
Sono tempo impreciso nella testa
Orizzonte che si è fatto troppo umano
Stessi percorsi di identico cemento
Arido giorno morente di gennaio
Vorrei sprecarti ancora un sentimento
Non maledirlo al prete o all’usuraio

Tentativi
Di uomini delusi
Approssimativi
Sempre più confusi

Ricordare era bello
Ricordi i ricordi? Che muoiano!
E attento a non farne di nuovi!
Dimentica lava cancella quello ch’è stato
Con vino abbondante e a buon prezzo
Che niente più accada!
Ferma quei passi!
Ci sono binari o strade in salita
E il cuore non regge a questa fatica

Chi deve venire verrà
Che non ti trovi distratto
Che non ti trovi che aspetti!

Ci sarà un’altra estate?

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Phare

Scritto da

Qui in collina
questo giorno
è allagato di nuvole;
nella stufa
la legna s'infiamma.
Fuori
aria liquida e spessa.
Laggiù
forse il mare.
Oltre l'ultima altura
forse tu,
"inutile phare de la nuit".
Tra poco ti vedrò,
precipiterò sul tuo cuore
con le mia sfilacciate speranze,
i desideri rattoppati,
con una corda
assicurata alla vita
e l'altro capo
alla stufa di casa.
Questa stanza è un'isola,
oltre l'ultima altura
forse tu
mon "inutile phare de la nuit".

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Peschi

Scritto da

Peschi in fiore costeggiano la nazionale,
camion di nafta seviziano l’asfalto.
Le viscere ti hanno portata al cesso,
le nuvole affogano il sole.
C'è un'aria vuota di primavera,
il cielo è indecente come le nostre tasche,
il cane ciondola come una mucca pazza,
e ti amo comunque.
Sul seggio della liberazione,
starai leggendo, appeso al cesso,
il mio premio letterario,
inutile come dura è la pergamena.
Il mondo è l’altare degli imbecilli
e ti amo comunque.

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Parole

Scritto da

Ho freddo alle mani, mi dici che è in testa,
arriva alla bocca fino alle dita dei piedi.
La nudità concreta s'incurva ottusa
a tutti i venti di tutti gli inverni,
ma persevero ridicolo
a chiederti scusa
se cedo senza tregua all'abbandono
dei miei più bassi bisogni intellettuali.
Seguo le maree del sangue
che la luna s'incapriccia a gravitare,
mi affascina il trasformismo involontario
delle parole che non rimangono se stesse;
amo queste serve docili
che si piegano a tutte le astrazioni
e che tutte contengono.

Tramonto
otto lettere,
aurora sei,
dio tre,
io
solo due.

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Occhi

Scritto da

Il setaccio scortica
le mie palme inadeguate,
l’oro si mescola alla mota,
distratto non lo distinguerò.
I miei occhi,
reticelle a larghe maglie,
trattengono e in fretta restituiscono.
Tutto mi attraversa
il tempo di un’emozione,
di una sorpresa;
rimane leggera una traccia.
Indifeso al rumore
scavo i silenzi,
mentre il tempo mi copre.

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Marzo

Scritto da

C'è il prossimo marzo,
un'attesa di primavera,
ancora.
La speranza oramai
è curiosità di domani,
solo un nodo che si scioglierà,
nonostante,
comunque.
Mi trovo parole in più
che non so sistemare
in un'emozione.
Quelle antiche
mi sostengono ancora.
Non scalfisco,
ricompongo.
Il tentativo è una fuga
che non so tentare.
Il poeta finge ma non sa mentire.

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Lino

Scritto da

E’ bello pensare
Che dove finiscono le tue dita
Debba in qualche modo cominciare una chitarra
F. de André

5 settembre del ’99
La danza, il suono,
e il canto.
Soffrono le corde tormentate,
urlano la tensione
inutilmente statica;
il violino è violino
solo tra le tue mani,
pulcinella senza maschera,
maschera senza gioia,
maschera d’allegria.
Tramonto mediterraneo,
mare che brucia
prima di tutte le notti,
acqua che raccoglie
il caldo colore del sangue
e a fiotti sgorga
dall’estasi del legno
violato dalle tue dita,
attese come un nascere,
temute come un morire.
C’era ancora un’emozione
in fondo alla mia anima
e io non lo sapevo.

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Le sere

Scritto da

Le sere che hanno raccolto il tuo respiro
con gli occhi assenti alle finestre,
i gesti che hanno scavato le abitudini
sui domestici sentieri solitari,
gli uomini, disegni d'una stanca fantasia,
tutti lontani un sogno dal tuo cuore,
hanno dipinto la tua anima
e quest'amore che non sa dormire.

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

La strada

Scritto da

E' la strada di casa
tra grigi palazzi
tristi di rivoluzione.
E' la strada di casa
che infanga gli stivali,
è neve caduta sporca
nera d'umiliazione.
E' la strada di casa,
in fondo c'è tuo padre
e uno specchio opaco
che ti restituisce ancora
una gioventù senza cornice.
E' la strada di casa
e là se tua madre piange
le sue lacrime sono diamanti.

Se dopo hai visto il sole,
sul tuo corpo e su tuo figlio,
al tuo uomo parlerai
di quella strada di casa.

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Il corpo

Scritto da

E il corpo antico
ti avvolge muto
sottende ancora
le nervose forme.

A nulla gli anni
e i troppi amanti
il corpo antico
ti avvolge muto
e sottende ancora
le nervose forme

Così recitava il poeta in frantumi
alla ballerina di terza fila;
poi tramutò i fallimenti in un proscenio
e nel fascio di luce dei suoi occhi
l’ammirò danzare sola come mai in vita sua.

E se ne innamorò.

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

I fiori

Scritto da

Avete mai sentito il pianto dei fiori recisi?
Rassomiglia alla solitudine delle stelle
alle oscurità degli abissi del mare
al girotondo folle di un pianeta.
Io ho sentito il pianto dei fiori recisi.
-Fermati! tu che hai l’animo fragile come uno stelo,
fermati e portaci lontano dalle lapidi,
non vogliamo essere i tristi guardiani
dei cupi ricordi e delle svogliate memorie-
Mi sono fermato
-Non piangete, vi porterò alla mia donna-
I fiori recisi hanno preso a danzare
l’allegria di una danza odorosa,
e si sono adunati nella mia mano.
Ora appassiscono nella tua casa.

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Donne

Scritto da

Claudia

sirena minima
goccia di fuoco stellare
costa senz'approdo
tremito impercettibile
d'un astro all'albeggiare
sintesi d'esistenza
scivoli nei giorni
con piccole tracce
piccole ferite
nella crudeltà del mondo.

 

Francesca

Porto il tradimento come un cilicio
All’incrocio tra Palermo e Santa Flavia
La memoria non ha tempo
O non è memoria
Ma un ricordo riflesso dagli occhi
Striscia di luce pronta a morire
Non ho niente da fare
Se non fingere di stupirmi per il prossimo lutto
Palermo mi annega per quello che non è
Vi prego restituitela ai figli
E all’abbraccio mutilato di Francesca.

Caterina

 

Turbinio di gambe, lampo d’occhi,
tra il rosso e il bianco d’un abito blu
e dita lunghe fino alla mia carne
mi hai trascinato nel tuo nome.
Come rassomigli a ciò che amo,
devo spegnerti prima che tu m’accenda.
Non ho giorni per viverti, né cuore,
a malapena traccio schizzi di parole
per ritrovarmi nello specchio di una frase.

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Banditore

Scritto da

Tu cercherai le vie della ragione
tra scale nuove e il mio passato,
tra luci di salotto e di cucina,
in una notte sorella di tant'altre.
Tu scaverai una verità carogna,
setaccerai ridicoli calvari
e non c'eri mentre perdevo vita.
Mi svenderai sul bancone liso
dell'eterna fiera delle sofferenze,
avrei voluto un banditore scaltro,
almeno in questa notte senza luna.
Non sono fuggito abbastanza lontano
ora avrei bisogno d'un banditore scaltro
almeno in questa notte senza luna.

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Aquiloni

Scritto da

Come aquiloni
ho trattenuto i sogni
fino a farmi sanguinare le dita,
e mentre mi abbandono
a quest'ultimo soffio di vento,
illustri memorie di regali miserie,
di eroiche sconfitte,
di fasti lontani.
Io m'intrattenni con gente quotidiana,
le facce sgualcite da sogni interrotti,
con un sole di giorno,
una luna di notte.
Non ho mai corteggiato verità,
sgualdrine pronte ad ogni giaciglio,
non ho mai indugiato alla violenza.
Perché mi ami dunque
se io amo il tuo sorriso?
Se amo le rughe alla tua bocca
e il gesto distratto della mano
che le copre quando parli?
Perché mi ami dunque
se sospingo ancora aquiloni variopinti
ad ogni soffio minimo del vento?
Perché mi ami dunque
se io amo il tuo sorriso?

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Amore

Scritto da

Amore
Con un coltello tra i denti
E un altro nel cuore
Amore
Amore colpito a morte
Distratto e a tradimento
Amore
Amore maleducato
Amore ammaestrato
Amore simulacro
Romanzo d’appendice
Amore occasionale
Vestito matrimoniale
Odoroso di detersivi
Di fiori secchi
Amore travestito
Amore fiore all’occhiello
Amore da presentare
Amore da accomodare
Amore da tollerare
Amore ipocrisia
Amore umiliato
Offeso, fuggito via
Amore orgoglio
Troppo distante
Teso come una sfida
Abortito e diminuito
Amore pagato a rate
E non consumato
Amore consumato
Gratis o a buon mercato
Amore offerto a poco
Nascosto dietro uno specchio
Dietro una caffettiera
Una sedia fuori posto
O un quadro appeso male
Amore soffocato
Più piccolo del dettaglio
Più piccolo dei se
Più piccolo dei ma
Minimo rispetto al forse
Ipotesi rispetto al poi
Certezza rispetto al mai.

 

Lunedì, 30 Giugno 2014 00:00

Aereo

Scritto da

Qualcuno mi presterà un aereo
e sulle nuvole spargerò del sale
perché piova
e si lavino i balconi di casa tua
e le finestre e il cortile
e infine splenda
quest'incredibile sole d'inverno.

Domenica, 29 Giugno 2014 00:00

Est

Scritto da

a Luci Pop

Freddo di nevi e lontananze
e treni,
che non partivano per te
e aerei,
troppo alti ad occidente
e rivoluzioni,
passaporti scaduti e comunisti
e matrimoni,
poi stanze, letti, lenzuola
e occhi,
spenti una sera a novembre
e fughe,
vino, erbe, insonnie
e anni, anni, anni ed anni,
tutto questo
non ha impedito che io t'incontrassi.

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Quando si accede a questo sito, il nostro server potrebbe allegare un piccolo file di testo sul disco rigido: un cookie. I cookie sono piccoli file che vengono inviati e memorizzati sul computer dai siti web visitati. I cookie vengono memorizzati nella directory dei file del browser. La prossima volta che si visita il sito, il browser leggerà il cookie e trasmetterà le informazioni al sito web o all'elemento che ha originariamente impostato il cookie. I nostri domini possono anche includere elementi che impostano i cookie per conto di terzi.

Per ulteriori informazioni su queste tecnologie e sul loro funzionamento, vedere ad esempio il sito allaboutcookies.org.

Sapendo come e quando i nostri utenti utilizzano questo sito, queste informazioni ci consentono di migliorare il sito. I seguenti cookie vengono attualmente utilizzati sul Sito. Si noti che i cookie possono essere modificati da noi in qualsiasi momento.

Descrizione dei cookie
Cookie Google Analytics: determina la sessione del visitatore
Cookie Google Analytics: identifica visitatori univoci
Cookie Google Analytics: rileva le fonti del traffico e la navigazione
addthis.com : creato e letto da addthis.com su lato client, al fine di assicurarsi che l'utente veda il conteggio aggiornato se condivide una pagina e torni ad essa prima di aggiornare la cache del conteggio delle condivisioni
Se non si desidera ricevere cookie, o se si desidera ricevere una notifica relativa al momento in cui sono stati memorizzati, è possibile impostare il browser per questa operazione, se il browser lo consente. È possibile analizzare le opzioni disponibili per gestire i cookie nel browser. I vari browser utilizzano modi diversi per disabilitare i cookie, ma di solito si trovano nel menu Strumenti o Opzioni. È inoltre possibile consultare il menu della guida del browser. Oltre alla gestione dei cookie, i browser di solito consentono di controllare i file simili ai cookie, ad esempio LSO (Local Shared Objects), attivando la modalità privacy del browser.

Se si visita il nostro siti web e le impostazioni del browser accettano i cookie, lo riteniamo un'accettazione dell'uso di cookie da parte nostra.